martedì, Ottobre 3, 2023
HomeCulturaL'energia e la sensibilità di Michela Legnaioli. Da New Delhi a Roma

L’energia e la sensibilità di Michela Legnaioli. Da New Delhi a Roma

La mostra The Enchanted Garden, esposta al Circolo degli Esteri, ospita quindici opere del tutto inedite. Segni e colori che raccontano storie di oggi e di ieri

La materia e il suo valore, poco importa quale sia la sua natura. Quella su cui si basano i lavori di Michela Legnaioli finisce sempre col fondersi con segni e colori che raccontano storie di oggi e di ieri. La sua è iniziata a New Delhi, la città dove è nata, e continua dalla fine degli anni Ottanta a Roma, quella d’adozione. Il suo è un percorso artistico che enfatizza l’idea di un qualcosa capace di generare a sua volta nuove forme e nuove dignità che meritano attenzione e cura, una vera e propria ricerca concettuale focalizzata sullo studio dell’identità degli individui, sulla coppia e sulle tracce che ogni essere umano è in grado di lasciare in vita, con o senza la sua volontà. L’artista, sempre elegante nei modi come nello stile, si affida a una sensibilità e a un’energia tali da toccare punti profondissimi, diretti ad una risalita emozionale che attrae e conquista. Le sculture della serie Gabbie Dorate fanno da esempio, come Le foglie nel vento – ‘avvolte’ dalla purezza del colore bianco – le Impronte e le Tracce. “Tutti i miei lavori, in particolare i Profili, realizzati non troppo tempo fa – spiega al Foglio – si identificano con il percorso di formazione e maturazione di ogni essere vivente, ciascuno con le proprie ansie, preoccupazioni, speranze, ambizioni, gioie e…


RACCOMANDATI PER TE

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

LEGGI ANCHE

- Advertisment -

Commenti recenti